lunedì 24 agosto 2015

regalo web "porno" futurista Valentina Nappi la nuova Moana Pozzi

lunedì 17 agosto 2015

La Singolarità Tecnologica è già cominciata?

da Blasting News

 di Roby Guerra articoli Blasting News

(estratto) 

Google di Larry Page diventa Alphabet

Verso la Singolarità Tecnologica prevista da Raymond Kurzweil, o è già successo?

Il più celebre è Raymond Kurzweil, futurologo, collaboratore di Larry Page (Google) e la Nasa, famoso per la teoria della Singolarità Tecnologica: l'evoluzione del Web, forse entro la metà del secolo generarà una Rete cosciente e senziente.Come in molta fantascienza: la recente trilogia di Robert J. Sawyer con Webmind; scienziati radicali come P. Teilhard Chardin e la sua visione della Noosfera, Nick Bostrom e la sua teoria del nostro stesso mondo, generato da un Super Dio programmatore universale elettronico......

continua Blasting News

Google, Alfabeth, verso la Supercoscienza di Internet - Alla luce della della storia della conoscenza scientifica, tale evento mutante, pur assai contestato, risulta probabile.

 

Futurismo per la nuova umanità.... Teilhard de Chardin segnalazioni

 

INSTITUTO HUMATINAS UNISOS 
 
 di Luciano Mazzoni Benoni, vice-presidente da Associação Italiana Teilhard de Chardin


 

Teilhard de Chardin, místico da matéria




...."No campo do debate, sempre aberto, entre fé e ciência: comentando O futuro do homem de Pierre Teilhard de Chardin, Roberto Guerra (Futurismo per la nuova umanità. Dopo Marinetti, Ed. Armando, 2012) escreve: "Einstein já sonhava com uma nova religiosidade cósmica, para além das ambiguidades literais e históricas de todo Credo, certamente necessidade legítima de devoção, mas depois da Ciência: mais recentemente, figuras como C. G. Jung, N. Wiener (Dio & Golem...), E. Fromm, M. McLuhan, J. Guitton, F. Capra, muitos cientistas e os próprios físicos (em relação ao Big Bang, as perguntas "metafísicas" parecem "fatais"), na Itália, o próprio A. Zichichi, até mesmo teólogos, assinalam perspectivas de reflexão (senão, talvez, até de insuspeitas explorações científicas) no sentido de uma possível metassíntese entre Ciência e Deus (...) Para a atual geração da internet e na era da informática, talvez a figura histórica mais célebre – em debates em curso constantemente – seja precisamente o filósofo paleontólogo jesuíta Pierre Teilhard de Chardin, considerado praticamente um precursor, até mesmo desconcertante, da Rede. A chamada Netsfera é muitas vezes comparada à Noosfera prevista pelo grande cientista místico. E especificamente: paradoxalmente, no século XX, o mais genial voo poético no futuro, síntese extraordinária entre a tradição cristã e o futurismo modernista, talvez tenha o nome do padre Pierre Teilhard de Chardin, cientista e jesuíta (...) As mais recentes descobertas científicas (sobretudo em física e matemática, mas também na genética e na tecnologia, além das viagens espaciais e da internet (...) a Rede por ele adivinhada como Noosfera) evidenciam atualmente as intuições sensacionais de Teilhard, quase como – também – uma espécie de obras-primas da arte sacra renascentista ou tardo-medieval em versão científica ou computadorizada! (...) Em suma, a obra de Teilhard parece ser maravilhosa no seu impulso futurista de longo prazo, também pela sua formação aparentemente conservadora, religiosa: Teilhard praticamente traduziu em chave científica – em nome de Jesus e, portanto, do Ocidente – o celebérrimo poema místico-cósmico do Cântico dos Cânticos"!"

In Italiano 

 PARMA REPORTER

6 GIUGNO 2015

TEILHARD DE CHARDIN sacerdote del mondo mistico della materia

 di Luciano Mazzoni Benoni

  Sul terreno del confronto, sempre aperto, tra fede e scienza: commentando “L’avvenire dell’uomo” di Pierre Teilhard de Chardin (ripubblicato da Jacabook) Roberto Guerra (Futurismo per la nuova umanità. Dopo Marinetti, Armando, 2012) scrive: “Già Einstein sognava una nuova religiosità cosmica, oltre le ambiguità letterali e storiche di ogni Credo, certo legittimo bisogno di devozione, ma dopo la Scienza: Più relativamente recentemente, figure come C. G. Jung, N. Wiener (Dio &Golem…), E. Fromm, M. McLuhan J. Guitton, F. Capra, molti scienziati e fisici stessi (verso il Big Bang le domande “metafisiche” sembrano “fatali”), in Italia lo stesso A. Zichichi, anche teologi, segnalano prospettive di riflessione (se non forse anche insospettate esplorazioni scientifiche) verso una possibile metasintesi tra Scienza e Dio … Per l’attuale generazione di Internet e nell’era informatica, forse la figura già storica” più celebre, dibattiti in corso costantemente, è appunto il filosofo paleontologo gesuita Pierre Teilhard de Chardin, considerato praticamente un precursore, anche sconcertante, della Rete. La cosiddetta Netsfera è spesso paragonata alla Noosfera prevista dal grande scienziato mistico. E nello specifico: paradossalmente, nel novecento, il più geniale volo poetico nel futuro, sintesi straordinaria tra la tradizione cristiana e il futurismo modernista, forse ha il nome di Padre Pierre Teilhard de Chardin, scienziato e gesuita… Le più recenti scoperte scientifiche (soprattutto in fisica e matematica ma pure nella genetica e nella tecnologia, oltre ai viaggi spaziali e ad… Internet… la Rete da lui divinata come Noosfera!) evidenziano attualmente le intuizioni clamorose di Teilhard, quasi – pure -una sorta di capolavori dell’arte sacra rinascimentale o tardomedievale in versione scientifica o computerizzata!… In breve, l’opera di Teilhard appare meravigliosa nel suo slancio futuribile a lungo termine, anche per la sua formazione apparentemente conservatrice, religiosa: Teilhard ha praticamente tradotto in chiave scientifica – nel nome di Gesù e quindi dell’Occidente…- il celeberrimo poema mistico-cosmico Il Cantico dei Cantici !”

Paperinetti recensione La Notiziah24


paperinetti

Roma, Roby Guerra lancia Paperinetti

giugno 23, 2015 • Cultura e Spettacolo
Nella raccolta collettiva di Fiabe  “Racconti di Stelle alla Luna”, appena edito a cura del Centro Culturale Arianna di Napoli, nello specifico della pittrice Vanessa Pignalosa e dello scrittore Lorenzo Basile, (edizioni Viva Liber. Vedi link in fondo elenco completo autori e info), tra gli autori, da tutta Italia, anche il futurista Roby o Roberto Guerra- Lo scrittore  ben noto anche a Roma Capitale (pubblica con Armando editore e membro dei gruppi d’ avanguardia Netfuturismo, Movimento Arte Vaporizzata e Nuova Oggettività), ha edito nella raccolta,  la fiaba Paperinetti…  un racconto breve che mixa idealmente due dei grandi “maestri” dichiarati dell’eclettico poeta e saggista, ovvero Marinetti, fondatore del futurismo, e …Paperino, l’eroe disneyano.

Nel racconto,  Paperinetti ( personaggio già apparso nella produzione video del ferrarese con un clip anche presentato a The Scientist Video Festival 2008),  ovvero un papero robot, è protagonista come incitatore all’ozio e alla poesia futura grazie ad un mondo progranmmato da macchine intelligenti capaci di liberare i bambini (e anche gli adulti) dalla preistoria totalitaria del Mondo del Lavoro alienato. Insomma una favola per bambini, ma bambini del futuro….
IO PAPERINETTI Gli psicologi dell’infanzia s’inchinarono commossi davanti al primordiale cartoons (così li chiamavano); robot psicologi e cantastelle confermarono l’esperimento tecnomagico affettivo, il viaggio azzurro di Alice e la macchina rosa di Asimov si rivelavano già dimostrati da un Papero virtuale, secoli e secoli fa…Fu l’idolo nell’era atomica per generazioni e generazioni di bambini ed adolescenti ribelli: Donald Duck o Paperino, nemico acerrimo del demone Lavoro, calciatore dell’Ozio e della Corsa Onirica, nonché inventore dei materassi permaflex a sogni integrati e dell’astroamaca per dormire in sintonia con le 4 stagioni del Pianeta Terra. Quel Papero-genio diffuse il giovane Sole del Futuro attraverso una sorta di giocattoli a fumetti o disegni animati quasi clandestini, apparentemente innocui, roba per ragazzi.., gli Adulti ultrapelosi lo prendevano in giro , invece…angelicamente programmati dall’Hacker di 7 anni marziani Walt Disney, fondatore delle attuali Play-Station-City… Paperopoli e Topolinia. Paperino… passeggiava come superspia con Peter Pan e il Monello e tutti i bambini visionari di tutti i tempi. Donald Duck – alias Paperino – fu il folletto più divertente per tutti i computer del Mondo stanco e malato ridotti a servitù dalle forze delle Scimmie che avevano sostituito gli uomini nel bruttissimo XX/XXI secolo Orchi e Arpie di ferro che oggi condanniamo all’unanimità (compresa l’ONSU, l’antica ONU): avevano chiuso per 100 +100 anni interi tutta la Fantasia in una lampada di Aladino modificata. Si erano mangiati tutti i fiori e i sogni e i desideri e obbligavano tutti i bambini del mondo a lavorare per alimentare la catena meccanica perpetua. Proibito era guardare verso il cielo e vedere i cristalli luminosi splendenti la notte.Come detto, fu un certo Asimov, il primo dei cantastelle a immaginare parallelamente un mondo del Lavoro futuro pilotato da Robot e Macchine ma con il Cuore per liberare la Razza Umana dal sortilegio delle lacrime e le cicatrici di sudore perenni. Poi, altrove, una fanciulla considerata immaginaria e una strega giovane come Grethel , cominciò a raccontare danzando senza parole di un’altra Informagica , senza saperlo formula viva per la nostra Corsa Onirica! Hansel, Robbie robottino, Harry P. e ET la scoprirono ma non capivano come farla emofunzionare.Ma fu Paperino – alias Donald Duck -che oggi chiamiamo Paperinetti! con la sua forza onirica che oggi chiamiamo Paperina – la sua bambina innamorata che innestò nei cuori degli automi umani la mutazione incantata. Ad un certo punto, ad una certa piuma… persino Rockerduck e Capitan Uncino, i Salvadanai delle Arpie e degli Orchi si vergognarono delle loro complicità con quei Gorillacci industriali: la meditazione e l’amore di Donald Duck per Paperina … era invece rivoluzionario!Ora, finalmente tutto il Sistema Solare (compresa l’Organizzazione delle Nazioni Solari Unite…) potrà godere i pochi minuti di filmato che la Storia,i ci ha permesso fortunatamente di ritrovare (uno stranissimo chip film reperto che va anche alla rovescia). You love you Paperino!



INFO
6 GIUGNO SARNO (Salerno)
Presentazione del libro di fiabe “Racconti di stelle alla luna”
http://allevents.in/events/racconti-di-stelle-alla-luna/1544983182404936#
5 LUGLIO POZZUOLI  (NAPOLI)
http://napoli.repubblica.it/cronaca/2015/06/17/news/a_pozzuoli_la_mostra_dialoghi_culture_a_confronto_-117089810/

Futurismo per la nuova umanità live set per Autori a Corte 2015, Ferrara







Estense com

Una piccola maratona di letture mercoledì 8 luglio per la rassegna Autori a Corte 2015 svoltasi all’interno di un Giardino delle Duchesse quasi stracolmo durante tutta la serata.
L’attesa era tutta per Marcello Simoni, “l’uomo da un milione di copie” così definito da Marco Zavagli, moderatore dell’incontro e direttore di Estense.com. Salito sul palco fra gli applausi Simoni ha snocciolato pillole di sapere per inaugurare la lunga fila di presentazioni che lo porterà un po’ in ogni città italiana con “L’abbazia dei cento delitti”(Newton Compton editore) sua ultima fatica e libro già in vetta alle vendite a meno di una settimana dalla sua uscita.
Per lui, a fine serata un’infinita fila di lettori in procinto di ricevere la dedica con un Simoni sempre gentilissimo e disponibilissimo con tutti.
La serata è iniziata alle 19,45 e inframmezzate dalle sempre gradite degustazioni gratuite delle Ditte Panificio Dellepiane e Azienda Vinicola Zanatta. Si sono alternati sul palco: Roberto Guerra con una performance futurista per la presentazione del suo volume Futurismo per la nuova umanità (Armando Editore). Guerra, dopo anni di polemiche a tutto tondo ha trovato la sua riappacificazione con la città ricevendo i complimenti anche del sindaco Tiziano Tagliani presente alla serata.
........
Lo spazio outsider è stata una vera rivelazione per il pubblico ferarrese, la presentazione de Il sangue dei Sibillini (Capponi Editore) di Francesco Eleuteri ha portato alla ribalta un autore istrionico e capace che ha ammaliato la vasta platea con un fiume di parole.